I tre motivi per cui i contenuti aiutano a fare la differenza nel web

 

Prima di capire perché i contenuti nel web sono importanti e come aiutano a fare la differenza, cerchiamo di capire cosa intendiamo per contenuti e come vanno utilizzati. Nel primo capitolo del libro di Ann Handley e C. C. Champman “Content Marketing” troviamo una definizione:

[blockquote style=”1″ align=”center” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ author=”“Content Marketing” di Ann Handley e C.C. Champman.”]

Contenuti è un termine generico che si riferisce a tutto ciò che viene creato e caricato su un sito web: parole, immagini, strumenti, video, ebook, webinar eccetera. Non solo, è anche tutto ciò che pubblicate fuori dal vostro sito (pagina Facebook, l’account twitter, un gruppo Linkedin eccetera).

[/blockquote]

Bene! Allora qual è il contenuto giusto per la mia attività? Rispondere a tale domanda può essere troppo limitativo. Crediamo piuttosto che la domanda corretta sia “qual è la strategia più giusta per la mia attività?”. Questo perché i contenuti devono essere inseriti in una strategia che abbia un preciso obiettivo e una precisa strada da percorrere, solo in questo caso acquisiscono efficacia. Per poter stabilire tale strategia vi suggeriamo 5 domande da porvi:

[iconlist icon=”awesome-send-o” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ color=”#000000″][li icon=”awesome-send-o” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”Perché create i contenuti che create?”][li icon=”awesome-send-o” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”Chi è il vostro pubblico? E chi siete voi?”][li icon=”awesome-send-o” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”Cosa volete ottenere con i conenuti?”][li icon=”awesome-send-o” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”Quando e come sviluppare i contenuti?”][li icon=”awesome-send-o” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”Dove li pubblicherete?”][/iconlist]

Essi potranno essere utili nel convertire i curiosi in acquirenti e i clienti occasionali in clienti fidelizzati o nelle più rosee aspettative in fan sostenitori. Non sarete più visti come un’azienda che commercializza prodotti e servizi e basta, ma come fonte di informazioni attendibili.

Per chiarivi maggiormente le idee proviamo a fare un esempio di come le persone decidono di acquisire un prodotto o un servizio con l’avvento del web. Cercate di immedesimarvi in Fabio, un uomo di trenta anni che svolge lavoro di ufficio. Nel periodo caldo non volendo ulteriormente passare delle ore al chiuso, decide di voler acquisire delle buone scarpe da running e iniziare ad allenarsi correndo all’aria aperta. Ma quale sono le scarpe con buone performance a buon prezzo giuste per Fabio?

coffee-icon

La prima cosa naturale che farà Fabio è inserire la frase “scarpe da running” nel motore di ricerca di Google. I risultati che ottiene sono molto vasti: infatti oltre apparire siti di e-commerce che vendono scarpe online (anche loro dispongono di una scheda prodotto con una descrizione appurata dello stesso), troverà anche forum e blog che parlano di tale disciplina e dei prodotti utili per svolgerla. Filtrerà e metterà insieme queste informazioni e molto probabilmente arriverà a prendere una decisione.

Ora immedesimatevi in Alberto, proprietario di un negozio sportivo con una forte conoscenza dei prodotti che vende e con la capacità di saper indirizzare la persona verso la scelta più adatta in relazione alle sue esigenze. Ormai con l’avvento delle grandi catene di negozi sportivi come Universosport e Decathlon e con i siti di e-commerce come Zalando (che ti spediscono il prodotto a casa senza spese di spedizione e con reso gratuito), la concorrenza si è fatta molto forte. Cosa può aiutare il negoziante a fare la differenza rispetto a tali colossi? Sicuramente entrare in stretto contatto con il cliente mettendo al suo servizio le proprie competenze può aiutarlo nel difficile processo di differenziazione e di valorizzazione del prodotto/servizio.

A questo punto, rimane da chiederci come inserire tali competenze del negoziante nella fase intermedia di scelta dell’utente nel web. Pensate come Alberto, sfruttando le sue capacità e la sua esperienza, possa divenire una fonte d’informazioni attendibili caricando nel web contenuti riferiti ai propri prodotti con specifiche e suggerimenti di utilizzo.

Ritornando a Fabio, immaginiamo che adesso, invece di trovare informazioni da siti generici, scopre di avere vicino a sé un negozio che rilascia contenuti nel web utili per soddisfare il suo bisogno. Sicuramente in una prima fase metterà in discussione l’attendibilità delle sue parole confrontandole con altre fonti, ma infine la sua curiosità verrà stimolata e potrà valutare di fare una visita al negozio di Alberto.

Questo esempio semplicista del processo di acquisto sicuramente non rispecchia al 100% la realtà, ma fa capire nell’immediato come gli utenti si muovono nel vasto mondo del web e come tramite i contenuti da noi creati possiamo entrare in contatto con essi e stabilirci una relazione.

Quindi da tutto questo evinciamo che ci sono ben 3 motivi per cui i contenuti nel web aiutano a fare la differenza:

[iconlist icon=”awesome-check” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ color=”#000000″][li icon=”awesome-check” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”La possibilità di entrare in stretto contatto con i clienti.”][li icon=”awesome-check” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”Il comportamento e le aspettative dei clienti stanno cambiando.”][li icon=”awesome-check” anm=”” anm_name=”bounce” anm_delay=”2000″ title=”La tecnologia ha reso possibili nuove tipologie di connessioni.”][/iconlist]

Voi come entrate in contatto con i vostri potenziali e attuali clienti?

[/vc_column][/vc_row]

Start typing and press Enter to search