Il mobile non sarà il futuro: è già il presente

Spesso leggiamo che il mobile sarà il futuro. Invece è già una realtà che influenza la nostra vita, il nostro lavoro, le nostre relazioni e dovrebbe influenzare anche il modo in cui le aziende comunicano ed implementano strategie di marketing. Il mobile dà vita a reti in cui i consumatori sono costantemente collegati con un dispositivo mobile personale, che sia uno smartphone o un tablet.

I dati Audiweb

Audiweb è l’organismo “super partes” che rileva e distribuisce i dati di audience di internet in Italia, grazie alla registrazione delle navigazioni effettuate da campioni statisticamente rappresentativi della popolazione italiana (esattamente come Auditel con la Tv). Da non molto (2014), Audiweb rileva, nelle proprie indagini, anche i dati dell’attività on line dei device mobili (smartphone e tablet) aggiungendoli ai dati relativi ai computer, togliendo le sovrapposizioni e fornendo così la cosiddetta “Total Digital Audience”. Grazie a questi report, possiamo avere un quadro piuttosto chiaro della fruizione e dell’utilizzo di internet nel nostro Paese. L’universo di riferimento è composto da:

  • PC audience: individui dai 2 anni in su
  • Mobile audience (smartphone e tablet): individui dai 18 anni ai 74+

L’ultimo report che abbiamo a disposizione è quello di maggio 2015. Ma cosa ci dicono i dati in relazione al mobile?

“L’audience di internet da device mobili è rappresentata da 20,4 milioni di utenti nel mese (utenti unici tra i 18 e i 74 anni che accedono a internet da smartphone e tablet), con una media di 42 ore e 12 minuti di tempo speso in totale per persona. Nel giorno medio gli utenti mobile sono stati circa 17 milioni, superando anche questo mese l’uso quotidiano di internet da computer (12,5 milioni di utenti online da PC nel giorno medio).” (Fonte: Audiweb, comunicato stampa 08/07/2015).

Quindi:

  • In media gli italiani, solo con smartphone e tablet, passano on line più di 42 ore al mese
  • Nel giorno medio, si collegano con smartphone e tablet 17 milioni di persone
  • Nel giorno medio, sono più le persone che si collegano a internet da mobile che da desktop (17 mil contro 12,5 mil)

Per ulteriori dettagli sull’internet audience, puoi dare uno sguardo alla seguente tabella:

digital audience

Il mobile e le aziende

Chi si occupa di comunicazione o di marketing non può non considerare questi aspetti. Abbiamo la possibilità di raggiungere il nostro cliente direttamente nelle sue mani, dentro il suo smartphone (ah, lo smartphone è anche la prima cosa che guardiamo appena apriamo gli occhi la mattina e l’ultima prima di dormire la sera: quanti di voi ci hanno impostato la sveglia?). Abbiamo la possibilità di comunicare con il nostro cliente mentre questo è attivo, interagisce e reagisce agli stimoli. Ma lo stiamo facendo davvero? E nel modo giusto?

Non si parla mai abbastanza di siti mobile e siti responsive. Ma intanto che differenza c’è?

  • Il sito web mobile è dedicato esclusivamente a coloro che si collegano attraverso smartphone e tablet. Si tratta di costruire un sito web parallelo a quello desktop, ma con una grafica molto più leggera e una quantità inferiori di informazioni, che sia facilmente navigabile da uno schermo piccolo.
  • Il sito responsive è un sito direttamente realizzato con una grafica responsive, correttamente visualizzabile da smartphone, tablet e desktop. Insomma un sito unico per tutto.

Navigando, si trovano ancora tantissimi siti che non funzionano su mobile (quelli realizzati in flash) oppure che non permettono una buona navigazione: quante volte vi siete trovati a non riuscire a leggere o a selezionare una voce del menù? Ecco, quei siti non sono adatti per chi naviga usando device mobili, ossia moltissime persone. Molto probabilmente quelle persone abbandoneranno il sito prima del previsto.

Allo stesso modo, inutile ideare ed implementare una campagna sponsorizzata su Facebook che rimanda al sito web dell’attività, se quel sito web non funziona correttamente da mobile. Considerate che “il social è mobile”: gli account attivi sui canali social in Italia sono oggi 28 milioni e 22 milioni di questi accedono da dispositivi mobile. In alcuni momenti della giornata, come la mattina presto oppure la sera dopo cena, i dati di fruizione dei social da smartphone e tablet sono ancora addirittura più consistenti.

Il mobile è già il presente

I dati Audiweb ci mostrano come il mobile sia già una forte realtà. Per questo motivo, le aziende non devono solamente adeguarsi, ma anche cercare di sfruttare le opportunità che il mobile offre (ad esempio la possibilità di indirizzare messaggi o campagne sponsorizzate a coloro che si trovano nei dintorni di un’attività, Facebook lo permette già!).

Il futuro è già qua.mobile

Uno strumento utile: se vuoi testare il tuo sito per la fruizione da mobile, un primo passo (ma non basta) è chiedere a Google. J Clicca qui: https://www.google.com/webmasters/tools/mobile-friendly/

Start typing and press Enter to search

facebook